Per una Brianza solidale, accogliente, umana

Per una Brianza solidale, accogliente, umana è un’appello delle associazioni di volontariato che da anni di spendono per dare assistenza e migliorare la qualità della vita dei migranti sul nostro territorio.

Uno stralcio dell’appello:

Nella nostra provincia vivono oltre 70.000 persone di origine straniera, quotidianamente creano ricchezza economica e sociale, rappresentano anch’essi il presente che costruisce il futuro.
Noi crediamo che le differenze siano un patrimonio per il futuro, una ricchezza da coltivare e non una pianta da estirpare.
Noi siamo per l’inclusione e non per l’esclusione, solo così si garantisce sicurezza e serenità. (…)
Noi ci battiamo per il riscatto dei più deboli e per scelte radicalmente diverse in materia di immigrazione, di politiche di inclusione e di lotta alle diseguaglianze e alla povertà.
Noi ci mobilitiamo perchè immaginiamo e vogliamo vivere in un territorio, un’Italia e un’Europa che siano più giuste, più aperte e più felici.

Proprio l’ultima parte – vogliamo vivere in un territorio più giusto e più felice – rappresenta quel braccio che, con speranza, indica un futuro di miglioramento delle condizioni e degli umori che caratterizzano questi ultimi anni in tema di accoglienza.

L’immigrazione è un fenomeno complesso e inarrestabile, nel quale mantenere politiche ostili non fa altro che aggiungere sofferenza ad altra sofferenza. Politiche dannose, tossiche e pericolose, capaci di sostenersi solo creando e mantenendo quel clima di insicurezza del quale si nutrono.

La mobilitazione si terrà sabato 23 marzo, a Monza, piazza Trento e Trieste.

Qui puoi scaricare il testo dell’appello:

(foto: Di Simonemb – Opera propria, GFDL, https://it.wikipedia.org/w/index.php?curid=5312687)